MERCATO DI RIPARAZIONE. UNA SETTIMANA PER SALVARE IL FANTACALCIO Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_20585" align="aligncenter" width="290"] Ivan Perisic[/caption] Mentre la nazionale scende in campo per guastare le feste ai fantallenato [caption id="attachment_20585" align="aligncenter" width="290"] Ivan Perisic[/caption] Mentre la nazionale scende in campo per guastare le feste ai fantallenato Rating: 0
Home » Sport » Calcio » MERCATO DI RIPARAZIONE. UNA SETTIMANA PER SALVARE IL FANTACALCIO

MERCATO DI RIPARAZIONE. UNA SETTIMANA PER SALVARE IL FANTACALCIO

Ivan Perisic

Ivan Perisic

Mentre la nazionale scende in campo per guastare le feste ai fantallenatori incalliti e la serie B tenta di non far rimpiangere troppo la domenica di serie A, si apre davanti a noi una settimana utile per sistemare la propria fantarosa. Una settimana per risolvere gli incombenti problemi di formazione. Sette giorni di tempo per riflettere su come rimediare ai disastri del mercato di agosto o semplicemente per limare e perfezionare gli ingranaggi di una già ambiziosa compagine.
In questa stagione, gli obiettivi del benedetto Mercato di Riparazione sono davvero tanti. I tanti nomi importanti e le tante golosità a disposizione nel “listone”, rischiano però spesso di cariare la propria squadra, compromettendo l’inizio della stagione fantacalcistica. Valutiamo insieme cosa pescare nel pentolone dei giocatori.

Abbondanza a centrocampo.

Partiamo dal più quotato in tutti i sensi. Ivan Perisic è sicuramente il nome grosso di questo mercato. Il centrocampista parte da 20 fantamilioni e possiede tutti i requisiti per rivelarsi una pedina fondamentale per l’Inter di Mancini. Dunque, se avete liquidità, non siate tirchi per lui. Ah, Ivan gioca in attacco.

Appena dopo, troviamo Cuadrado. L’asta per il colombiano approdato alla Juventus parte da 18 e si candida anche lui tra le spese folli di questa sessione di mercato. Amatissimo dai suoi ex proprietari, siamo sicuri che riuscirà a tornare il giocatore che qualche anno illuminava il gioco della Fiorentina? E soprattutto, considerato il privilegiato 4-3-1-2 di Allegri, siamo sicuri che troverà spazio? Rischiare non costa nulla. Anzi, forse si.

Vogliamo parlare del ritorno di Stefano Mauri? Si, perché considerati i gravi problemi della Lazio in attacco, e non solo in attacco, lo storico centrocampista con il vizio del gol potrebbe essere la soluzione ideale per Pioli. Non costa poco ma vi consiglio di prendere in considerazione questa alternativa. Sarebbero 14 milioni ben spesi.

Spostandoci a Firenze, alla corte di Paulo Sousa è arrivato l’impronunciabile Blaszczykowsky per sostituire l’ala destra Joaquin. Non sono certo però che il neo arrivato polacco giocherà nello stesso ruolo dello spagnolo. Tuttavia, un pensierino per l’ex Borussia Dortmund andrebbe fatto. Il suo valore iniziale è 13.

Rimanendo a centrocampo, a buon prezzo, potrebbero essere interessanti gli assist di Giaccherini in un ottimo Bologna, dal valore 14, oppure, a 12 milioni, ci sarebbero le bombe da fuori area di Dzemaili,  nuovo acquisto del Genoa del buon Gasp. Solo se tifate Inter, concedetevi l’ammaliante carta Felipe Melo, il brasiliano costa 11 e con Mancini non farà rimpiangere Medel. I fantallenatori verranno ripagati con pochi bonus e con qualche malus assicurato. Per concludere a centrocampo, non lasciatevi sfuggire il nuovo tuttocampista della Juventus. Lemina, al contrario di quanto molti pensano, potrebbe rivelarsi la prima scelta di mister Allegri. Il duttile ex Marsiglia costa soltanto 8 milioni, regalatevelo. Ah, per chi non lo avesse ancora acquistato, prendete Kishna, la Lazio non potrà fare a meno di lui.

Prima di passare all’attacco, diamo uno sguardo a chi poter prendere in difesa. Al primo posto per le vostre mura difensive, non passa inosservato il brasiliano Alex Sandro. In realtà, il tecnico terzino sinistro, che parte da 12 milioni, si esprime al meglio in fase offensiva. Nel corso della stagione, qualche bonus potrebbe scappare. Rimanendo in Brasile, interessante anche l’idea Telles dell’Inter, il più positivo nell’amichevole contro il Lecco. E poi, Mancini stravede per lui.

Giungiamo finalmente in zona gol. Chi prendiamo in attacco? 

Inutile dire che Gilardino, nuovo acquisto del Palermo, quotato 22, segnerà. Un veterano come lui non delude mai. Chi invece da due anni ha solo deluso è Mario Balotelli. L’attaccante capriccioso è tornato a casa e siamo sicuri che chiunque crederà in lui. Ma, il problema è: giocherà? E soprattutto, segnerà? Vale la pena fare follie per lui? La risposta è semplice. Se Mario gioca, segna. Se rimane in panchina, no. Dunque se avete voglia di credere in lui, spendete almeno 21 milioni e pregate che Mihajlovic lo faccia giocare. Se preferite non spendere troppo, puntate sui due nuovi attaccanti di Lazio e Carpi. Il primo, rimpiazzerà l’infortunato Klose e si chiama Alessandro Matri, l’altro è stato il primo fidanzato di Belen e si chiama Marco Borriello, entrambi quotati 14. Con loro due, i gol non mancheranno.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su