Home » Cultura » Letteratura » Libri (Pagina 4)

Dipesh Chakrabarty: Provincializzare l’Europa

I passati subalterni sono le vicende personali degli uomini di cui la Storia si dimentica. Ma spesso è proprio grazie a questa massa di gente senza nome che la Storia può andare avanti. Dipesh Chakrabarty, storico indiano e docente all'università di Chicago, ha indagato la storia delle minoranze del sud-est asiatico, sostenendo che i passati subalterni sono importanti quanto quelli principali perché la mino ...

Leggi tutto

J. Butler: Vite precarie

In un episodio de “I Griffin”, celebre serie di cartoni animati americana più volte censurata per i propri contenuti di denuncia politica e sociale, avviene un tragicomico scambio di battute fra Peter e il suo cane Brian davanti al luogo in cui un tempo sorgevano le Torri Gemelle: Peter Griffin: Ground Zero. So this is were the first guy got AIDS. Brian Griffin: Peter, this is the site of the 9/11 terrorist ...

Leggi tutto

Un libro per amico. Tre novità editoriali fresche di stampa.

Districarsi nel mare di pubblicazioni di varia natura che affollano la nostra quotidianità non è affatto semplice: ogni giorno siamo letteralmente “bombardati” da pubblicità più o meno invitanti che ci suggeriscono l’acquisto di questa rivista o di quel libro appena uscito di cui non potremo fare certamente a meno e che irrimediabilmente qualcuno finisce per regalarci, prestarci o di cui ne sentiamo anche s ...

Leggi tutto

Sono diventato automatico

Le mie risorse venivano continuamente amplificate da uno stato di emergenza. Stavo male. Ma di un male dolce, consolatorio. Forse mi trovavo di nuovo dall'altra parte e non lo sapevo. Quando un luogo è sconosciuto è come non esserci dentro. È come stare dentro e fuori, contemporaneamente. La foce del fiume non era lontana, ma dall'angolazione con cui era orientata la finestra non si riusciva a vedere nulla, ...

Leggi tutto

Il Quindicesimo Livello

La siringa è piena, la gocciolina fuoriesce piano, ci vuole solo un po’ di coraggio. Non me ne serve neanche un po’ sapete? Non ho mai capito la gente con la fobia per gli aghi: a meno che non siano piantati negli occhi, iniettatemi pure quello che volete. Non so a chi mi stia rivolgendo visto che lo sto per fare di persona. Prontissimo, quando vuoi. Zick. Il liquido penetra lentamente mentre mi estraneo da ...

Leggi tutto

Io e Te sulla Nave dal fondo di vetro (parte quarta)

Ci sembrò di scorgere in lontananza i contorni di una fonte luminosa che cambiava continuamente colore: in qualsiasi direzione rivolgessimo lo sguardo la realtà si deformava in onde di particelle. Erano onde o particelle che si muovevano come un’onda? Neanche la maggiore consapevolezza che sentivamo di raggiungere progressivamente poteva allontanare questo dubbio. “Come so tutte queste cose Ashley? Svegliat ...

Leggi tutto

Lidia Ravera, oltre ad un libro c’é di più

E’ di pochi giorni fa la notizia della ristampa di “Bagna i fiori ed aspettami”, romanzo della scrittrice torinese Lidia Ravera. Conosciuta  più superficialmente come  “ quella che ha scritto Porci con le ali ” ( il suo libro più famoso e controverso dove affronta la crescita sentimentale- sessuale di due adolescenti nel contesto degli anni ’70), la Ravera nel corso degli anni, oltre a lavorare ai romanzi ( ...

Leggi tutto

Io e Te sulla Nave dal fondo di vetro (parte terza)

Nettuno era lì, con i suoi archi interrotti, saggio come un dio solitario, e ci ipnotizzava con il suo blu intenso. Fasci di pulviscolo spaziale sferzavano la superficie della capsula. Era curioso percepire quel ticchettio quasi familiare, mentre da fuori il silenzio assoluto rendeva l’immagine un surreale dipinto in movimento. Ashley ostentava sicurezza, ma nel suo sguardo potevo cogliere tutta la fragilit ...

Leggi tutto

Io e Te sulla Nave dal fondo di vetro (parte seconda)

Il giorno seguente ad aspettarli c’era nuovamente l'omino dai capelli unti (pochi per la verità) che li accolse raggiante in volto. “Ecco il mio orgoglio personale! Non abbiate esitazioni e ammirate la Nave dal fondo di vetro in tutto il suo splendore.” La coppia in realtà faticava a provare entusiasmo, per il semplice fatto che quella nave era probabilmente un pezzo avanzato da una mostra di antiquariato d ...

Leggi tutto

L’importanza della memoria nel Canto di Ulisse

“Un popolo senza memoria è un popolo senza futuro”, scriveva un grande autore cileno, Luis Sepulveda. Parole che suonano alquanto attuali. Se ne parla nel Canto di Ulisse, giudicato dai critici il momento più elevato, a livello letterario, del celebre romanzo di Primo Levi Se questo è un uomo, uscito per la casa editrice De Silva nel 1947. Ed è proprio in questo capitolo che il ruolo della memoria assume un ...

Leggi tutto

Italo Calvino, L’immaginazione come repertorio del potenziale (ultima parte)

Nella conferenza sulla leggerezza Calvino constata la progressiva pietrificazione della realtà e per contrastarla vi oppone le ragioni della leggerezza come strumento per sottrarre peso al linguaggio, alla letteratura e, per conseguenza, al mondo. Il tema della leggerezza è espresso dall’autore attraverso numerosi riferimenti ad autori del passato tra cui spiccano i nomi di Ovidio e Lucrezio: nell’opera di ...

Leggi tutto

Italo Calvino, L’immaginazione come repertorio del potenziale (seconda parte)

Da dove vengono le immagini di fantasia? Non c’è un’unica risposta: l’osservazione del mondo reale, i sogni, processi di astrazione e rielaborazione dell’esperienza sensibile mediata dalla coscienza… Si potrebbe affermare però che anche le immagini di pura fantasia hanno una base storica: esse cioè si combinano e costruiscono su elementi della nostra memoria o della nostra vita, con materiali presi dalla re ...

Leggi tutto

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su