Home » Cultura » Letteratura (Pagina 9)

Italo Calvino, L’immaginazione come repertorio del potenziale (seconda parte)

Da dove vengono le immagini di fantasia? Non c’è un’unica risposta: l’osservazione del mondo reale, i sogni, processi di astrazione e rielaborazione dell’esperienza sensibile mediata dalla coscienza… Si potrebbe affermare però che anche le immagini di pura fantasia hanno una base storica: esse cioè si combinano e costruiscono su elementi della nostra memoria o della nostra vita, con materiali presi dalla re ...

Leggi tutto

Italo Calvino, L’immaginazione come repertorio del potenziale (prima parte)

Italo Calvino si è servito dell’immaginazione fin da bambino: sfogliando le pagine del Corriere dei piccoli fantasticava e visualizzava innumerevoli storie e questo grazie alle sole immagini, prima ancora di imparare a leggere. Egli stesso afferma che il fatto di saper leggere poco ha aggiunto a quel processo immaginativo, di creazione, che così bene gli riusciva combinando le immagini. Calvino per spiegare ...

Leggi tutto

H.G. Wells e la Quarta Dimensione: La Macchina del Tempo

  Nell’era moderna la sensazione di ottimismo legata al costante progresso tecnologico ha lasciato spazio a un misto di ansia, inquietudine e decadenza dei valori costituiti e della fiducia nel futuro. Nel romanzo La macchina del tempo di H. G. Wells (1866-1946) questa sensazione veniva comunque mitigata da una certa speranza di cambiamento, basata sulla fiducia nella scienza e sul buon senso dell’uman ...

Leggi tutto

1984 di George Orwell (terza e ultima parte)

Il Vocabolario B Le parole del "Vocabolario B" hanno la caratteristica di essere composte da due o più termini, generalmente un nome e un verbo. L'espressione "pensabuono" significa ortodossia, mentre "panciasentire" indica l'entusiastica accettazione del Socing e "archepensevole" esprime il rifiuto del passato identificato con la malvagità e la decadenza. La parola "archepensevole", ad esempio, è creata pe ...

Leggi tutto

Jeremy Rifkin: la percezione ‘carnale’ dell’altro nella cultura globale

L’uomo ha sempre sentito l’esigenza di interpretarsi, di creare un’immagine di sé attraverso cui rapportarsi verso i propri simili e verso le altre creature. Non è un interesse meramente teoretico, non lo può essere, poiché investe profondamente la nostra vita quotidiana. Figli di Dio o scimmioni intelligenti? Da dove viene la spavalderia umana che ci porta a classificare noi stessi come animali intelligent ...

Leggi tutto

1984 di George Orwell (seconda parte)

La neolingua Nel mondo distopico descritto da George Orwell tutto ruota intorno all’unico punto di vista possibile: quello del Partito. Il Grande Fratello inventa la Neolingua la cui  funzione principale è quella di "semplificare al massimo le possibilità di pensiero", in modo da non permettere altri principi e valori che non siano quelli imposti dalla classe dominante, il Partito. "Giunti che saremo alla f ...

Leggi tutto

1984 di George Orwell

La visione apocalittica del futuro da parte di Orwell Nel 1984 il mondo è diviso in tre stati, Oceania, Eurasia ed Estasia. Oceania è una società distopica, governata secondo i principi del Socing , il socialismo inglese, e comandata dal leader assoluto, il Grande Fratello, onnisciente ed onnipresente. Il suo controllo sulle persone è totale: i megaschermi nelle abitazioni sono dotati di videocamere perenne ...

Leggi tutto

La società distopica: Brazil, di Terry Gilliam (1985), prima parte.

  1985 - Los Angeles Film Critics Association Awards “Miglior film” – “Miglior regista” – “Miglior sceneggiatura” 1999 - Il British Film Institute lo inserisce tra i 100 migliori film britannici del XX secolo 2008 - La rivista Empire lo inserisce all’83° posto tra i 500 migliori film di tutti i tempi Lo scrittore di fantascienza Harlan Ellison definisce Brazil come “il miglior film di fantascienza mai ...

Leggi tutto

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su