Home » Storia (Pagina 5)

23 febbraio 1956. Khruščёv dà inizio alla “destalinizzazione”.

Tra il febbraio e il marzo 1956 a Mosca si svolgeva il XX congresso del PCUS (Partito Comunista dell'Unione Sovietica). Questo congresso sarà ricordato nella storia per il Rapporto Khruščёv, vero cambiamento nella linea politica sovietica. Nikita Sergeevič Khruščёv era il segretario del PCUS e il suo rapporto sarà rivelato nei mesi successivi dagli americani, anche se la sua versione completa diverrà pubbli ...

Leggi tutto

Frasi celebri nella storia. Il lamento di Ottaviano Augusto.

La storia ci propone anche frasi celebri che esprimono un dolore indicibile. 9 d.C. selva di Teutoburgo, vicino all'attuale città tedesca di Bielefeld. Alcune tribù germaniche coalizzatee comandate da Arminio, capo dei Cherusci, distrussero tre legioni romane. I superstiti romani furono pochissimi: si calcola che i morti furono circa 15.000 su 15.000 legionari e 5.000 ausiliari. Morì addirittura il generale ...

Leggi tutto

Le frasi celebri nella storia: Winston Churchill e la democrazia.

Uno degli uomini che ha contribuito al (ri)nascere della democrazia in Europa, che si è trovato a combattere una guerra difficile, che inizialmente sembrava persa eppure la vinse, grazie anche alla sua strategia lungimirante. Di chi stiamo parlando? Di Winston Churchill, l'uomo che era tutt'uno con il proprio sigaro. Ebbene sì, diventato premier nel 1940 in piena Seconda guerra mondiale dopo le sconfitte in ...

Leggi tutto

Le frasi celebri della storia: una cantonata riguardo a Hitler.

La storia ha regalato nei secoli una quantità enorme di frasi che hanno etichettato un avvenimento, che ne sono diventate il simbolo, che sono rimaste in seguito nel linguaggio comune. Tuttavia alcune sono state vere e proprie "cantonate", previsioni che poi sono state incredibilmente smentite dai fatti. Una di queste, è attribuita a Paul von Hindenburg, presidente della Germania dal 1925 al 1934. Generale ...

Leggi tutto

10 febbraio. Il giorno del ricordo: fra memoria e negazionismo.

La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Così recita la legge 30 marzo 2004 .9, dedicata al "giorno del ricordo". Come ricorda la legge s ...

Leggi tutto

19 gennaio 1969: Muore Jan Palach, simbolo della Resistenza anti-sovietica.

Praga, 20 agosto 1968. "Fu un tipico giorno estivo, caldo, con un sole velato. Praga era piena di turisti, intere famiglie passeggiavano o sedevano nei parchi. La città, anzi l'intero paese era tranquillo..era inconcepibile pensare che nel giro di poche ore i carri armati sovietici ci avrebbero assalito". Così Alexander Dubcek, leader a quel tempo della Cecoslovacchia, ricorda quel giorno nella sua autobiog ...

Leggi tutto

Colonialismo italiano in Africa Orientale.

COLONIALISMO IN AFRICA ORIENTALE ITALIANA INTRODUZIONE Per questo lavoro di approfondimento, ho scelto di analizzare il colonialismo in Africa Orientale Italiana dagli anni ‘30. Gran parte del lavoro l’ho svolto sulla guida della Consociazione Turistica Italiana (CTI) dell’Africa Orientale Italiana del 1938, su diari e memorie raccolte da Nicola Labanca e su interviste effettuate da Irma Taddia a ex coloni ...

Leggi tutto

Natale 1914. La magia natalizia: pace in trincea.

24 dicembre 1914, Europa. E' in corso di svolgimento la Prima guerra mondiale, un enorme carneficina, quella che papa Benedetto XV chiamerà "inutile strage". Sul fronte occidentale, i soldati tedeschi hanno invaso il Belgio e sono inchiodati nelle trincee, al pari dei soldati avversari belgi, francesi e inglesi; una guerra logorante, nel fango, nelle malattie e a poche decine di metri dai fossati dove stann ...

Leggi tutto

16 dicembre 1942. Inizia la ritirata di Russia.

La campagna di Russia rimarrà per molto tempo nella memorialistica italiana. Insieme alla campagna d'Africa in Egitto, quella di Russia fu quella dove i soldati italiani furono duramente messi alla prova nello spirito e nelle sofferenze fisiche. Come in Africa si distinsero per coraggio e sopportazione i bersaglieri, così in Russia fecero gli alpini. IN RUSSIA. Il 22 giugno 1941 Hitler decide di invadere l' ...

Leggi tutto

7 dicembre 1941. Attacco a Pearl Harbor: Gli USA davvero non sapevano? (2)

TROPPI INTERESSI? Tuttavia per alcuni storici questo attacco non fu una sorpresa. Per alcuni le intenzioni erano note, ma la colpa è degli ufficiali responsabili (in seguito destituiti), che avrebbero commesso gravi negligenze. Per altri, il Presidente Roosvelt conosceva i piani giapponesi, ma cercava il casus belli per intervenire nella guerra globale: il Giappone stava diventando una potenza troppo import ...

Leggi tutto

7 dicembre 1941. Attacco a Pearl Harbor: Gli USA davvero non sapevano? (1)

Il 7 dicembre 1941 il Giappone attaccò la base militare americana di Pearl Harbor, nelle Hawaii. Questo episodio decretò l'intervento degli Stati Uniti nel secondo conflitto mondiale al fianco della Gran Bretagna e dell'Unione Sovietica.   IDEA. Come nacque questa idea? La Marina nipponica restò folgorata dall'attacco fatto dai britannici nel porto di Taranto l'11 novembre 1940: infatti gli aerei decol ...

Leggi tutto

Ragazzo di 24 anni racconta la diretta delle notizie dal mondo. Di 72 anni fa.

Angela Merkel il 2 dicembre 2011 parla della crisi globale. Annuncia che il futuro dell'eurozona dipende dall'Italia. Ma su facebook e twitter alle 16.50 circa si annunciava: "Più di 1000 ebrei dalle città di Hrubieszow e Chelm, Polonia occupata, sono stati fatti marciare verso un campo di lavoro dalle truppe delle SS". Il 1 dicembre invece scriveva:"Mosca ha annunciato che le forze Sovietiche sono penetrat ...

Leggi tutto

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su